Coppa Veneto: Campigo vola in finale

C'era pure don Eros, mercoledì sera, a tifare per il Campigo. «Ha seguito tutto il primo tempo, inclusa la traversa colpita dagli ospiti... Ma stamattina (ieri) mi chiamato subito, perché vuole sapere la data della finalissima». Adriano Valentini, presidente del Campigo, non sta nella pelle. Pubblico numeroso, 250 spettatori, per celebrare l'impresa della piccola società castellana, capace di regalarsi una memorabile «prima volta»: la finale di Coppa Veneto di Prima categoria ottenuta battendo 2-1 il Fregona nel return match di una semifinale combattuta e tutta trevigiana. Nell'atto conclusivo, in gara secca, il Campigo incrocerà la Robeganese-Salzano. «C'è grande soddisfazione, il mister ha azzeccato i cambi nella ripresa, compreso il giovane Nicola Squizzato, che ha realizzato il gol decisivo - osserva -. Per scaramanzia non avevamo preparato niente: ma a partita vinta, macellaio e barista del paese si sono dati da fare, e ne è nato un rinfresco frugale e improvvisato».  CAMPIGO: Dario; Raso, Caon, Prior, Bolzonello, Nik. Squizzato, Bortolotto (st 5' Nic. Squizzato), Andretta (st 25' Favaro), Nussio, Volpato, Bergamin. All. Maggiotto. FREGONA: Pizzinato; Zanella, Da Ros (st 8' Elmazoski),

 

Casagrande, Collodel, Dal Pont, Gallonetto, De Zan, Dall'Anese (st 36' Pasin), Ostet, Canzian. All. Meneghin. Reti: st 7' Nussio, 20' Ostet, 34' Nic. Squizzato.